+ precedenti 14.559

Venerabile Arciconfraternita
S.Maria Odigitria dei Siciliani
Via del Tritone 82
00187 Roma Tel. 06 4885872

 


La nostra storia - II

vai a mappa della sezione storia


Istituzione canonica della Confraternita. 5 febbraio 1594

Il 5 febbraio 1594 il Papa Clemente VIII, accogliendo e lodando l’iniziativa dei “pii Christi fideles siculi in urbe exsistentes”, istituisce canonicamente con il breve Pastoris Aeterni” l’arciconfraternita “sub invocatione Beatae Mariae de Itria”

La prima sede

La generosa donazione di un sacerdote siciliano don Matteo Catalano, di Palazzolo Acreide da anni traferito a Roma, permette alla neo-istituita confraternita di disporre di alcuni locali, in una zona periferica presso “li due macelli”, che vengono utilizzati per le finalità di culto e di assistenza.
L’icona che fu posta sull’altare maggiore della nascente cappella era una copia di quella popolarissima venerata a Costantinopoli che una pia tradizione attribuisce al pennello dell’Evangelista Luca.

Santa Maria d'Itria di Costantinopoli

L’icona di S. Maria di Itria o Odigitria, cioè della Madre che indica nel Figlio la Via da seguire, portata a Costantinopoli da Antiochia nel V secolo d.C.,  fu posta dall’imperatrice Pulcheria in una chiesa da lei edificata nel quartiere di Santa Sofia. La devozione all’Odigitria si diffuse rapidamente da Costantinopoli  in tutte le regioni d’ influenza bizantina e non è quindi un caso che i “pii Christi fideles siculi” di Roma si mettessero sotto la protezione della Vergine venerata con questo titolo.

 

http://www.odigitria.it - Sito ottimizzato per I.E. 9.0 - 1261 x 764